Migliorare te stesso è un obiettivo bellissimo da perseguire perché ti permette di conoscerti meglio, di accettarti per quello che sei e, allo stesso tempo, di migliorare le risorse e capacità che possiedi per rendere la tua vita più piena e soddisfacente sia dal punto di vista personale (con te stesso) sia dal punto di vista interpersonale (con gli altri)

  • Attivare un processo di cambiamento efficace e positivo
  • Accrescere il livello di autostima
  • Aumentare la fiducia in se stessi e negli altri
  • Incrementare il senso di autoefficacia
  • Promuovere un buon livello di flessibilità a adattabilità all’ambiente
  • Sviluppare le capacità di leadership in ambito famigliare o professionale
  • Migliorare le capacità comunicative e relazionali con gli altri
  • Migliorare le capacità di gestione dei processi decisionali e di problem solving
  • Sviluppare l’elasticità mentale e la creatività
  • Migliorare il senso di osservazione, la capacità di ascolto

Saper dare voce e ascolto a manifestazioni fisiche come mal di testa, asma, mal di schiena, insonnia e problemi gastrointestinali è fondamentale per comprendere meglio chi sei e cosa stai provando in un determinato periodo della tua vita. Infatti, molti dei disagi fisici sono psicosomatici ossia nascondono un disagio psicologico che è importante conoscere, comprendere e accettare per curare sia l’anima che il corpo.

  • Dare voce e ascolto alle manifestazioni fisiche che esprimono un disagio psicologico o stati di squilibrio psicofisico
  • Comprendere il significato psichico di una malattia e l’eventuale vantaggio secondario di essere «malati»
  • Individuare e comprendere le resistenze al processo di guarigione
  • Imparare a gestire lo stress usandolo come alleato e non come nemico
  • Incrementare la tolleranza all’ansia
  • Abbandonare uno stile di vita «negativo» (fumo, fame nervosa, ecc.)
  • Sapere controllare i propri impulsi disfunzionali (controllo della fame, dell’aggressività, ecc.)
  • Imparare a controllare e gestire in modo efficace le proprie emozioni

Lo stress lavoro-correlato è una piaga sociale che travolge moltissimi lavoratori con rischi sia per la propria salute fisica e mentale sia per le relazioni professionali e famigliari. E’ importante sostenere il lavoratore nel caso in cui i livelli di stress, dovuti alla tipologia del lavoro o a situazioni particolari in azienda, rischiano di superare il limite di sopportazione e portare così ad esaurimento nervoso o ad altre conseguenze serie.

  • Incrementare il senso di autoefficacia
  • Promuovere un buon livello di flessibilità a adattabilità all’ambiente
  • Migliorare le capacità comunicative e relazionali con gli altri
  • Migliorare le capacità di gestione dei processi decisionali e di problem solving in azienda
  • Migliorare il senso di osservazione, la capacità di ascolto
  • Gestire in modo efficace lo stress lavoro-correlato
  • Dare sostegno psicologico in caso di esaurimento nervoso/burn out
  • Dare sostegno psicologico in una fase delicata come il licenziamento e la disoccupazione
  • Dare sostegno psicologico in fase di pensionamento aiutando la persona a trovare le risorse efficaci per affrontare una nuova fase della propria vita

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi